Bonifica dei siti contaminati

CHE COSA È E A CHE COSA SERVE :

Bonifica dei siti contaminati

Con il termine “sito contaminato” ci si riferisce a tutte quelle aree nelle quali, in seguito ad attività umane svolte o in corso, è stata accertata un’alterazione delle caratteristiche naturali dei terreni, delle acque superficiali e sotterranee, che comporta un superamento delle concentrazioni dei parametri stabiliti dalla normativa.
Quando, a seguito di un evento, un sito è potenzialmente inquinato, la normativa prevede l’attivazione di uno specifico iter amministrativo.

Fasi principali dell’iter amministrativo:

  • indagine preliminare
  • comunicazione di accertato superamento delle Concentrazioni soglia contaminazione (Csc)
  • piano di caratterizzazione
  • analisi di rischio
  • piano di monitoraggio
  • progetto di bonifica
  • certificazione

E’ prevista una procedura semplificata dell’iter amministrativo per siti di ridotte dimensioni (come per esempio la rete di distribuzione carburanti), oppure per eventi accidentali che interessano aree circoscritte, anche nell’ambito di siti industriali, con una superficie non superiore a 1.000 metri quadrati.

  • Documenti
Nome File Dimensione
schema procedura semplificata 105 KB
schema procedura normale 137 KB