Controllare l′impianto termico

CHE COSA È E A CHE COSA SERVE :

Procedure

Per il comune di Concorezzo, avente una popolazione inferiore ai 40.000 abitanti, l’Ente responsabile delle ispezioni sul corretto esercizio e manutenzione degli impianti termici, è la Provincia di Monza e della Brianza.

In allegato un link alle procedure per l’esecuzione dei controlli sugli impianti di riscaldamento.
http://www.provincia.mb.it/ambiente/energia/Impianti/index.html

 

norme per l’uso della legna nei impianti di riscaldamento

Link al sito di Arpa Lombardia con indicazioni valevoli anche per il territorio di Concorezzo

Accedi al link

 

Impianti termici – controllo stagione invernale 2014/2015

Gli impianti termici civili sono tutti gli apparati che producono calore e che, in generale, riscaldano gli ambienti: fra questi si considerano anche le piccole caldaie domestiche sotto i 35 kW di potenza nominale, quelle cioè che si collocano nel proprio appartamento a riscaldamento autonomo.

E’ importante che i cittadini provvedano alla loro corretta manutenzione.

Ciò è fondamentale per tutelare la salute di ciascuno e la sicurezza di tutti: la maggior parte di questi impianti utilizza infatti gas metano o GPL, che sono combustibili assai pericolosi se non trattati correttamente.

La Provincia ha il compito di vigilare sulla corretta manutenzione degli impianti che sono presenti sul proprio territorio e sono installati nei Comuni con meno di 40.000 abitanti; nello svolgimento di questa importante e delicata funzione, la Provincia si avvale di tecnici verificatori, Ispettori Provinciali.

L’ispettore, seguendo le indicazioni ed il programma operativo periodicamente fornito dal Settore Ambiente della Provincia di Monza e della Brianza, esegue le seguenti prestazioni:

–   prova di combustione in conformità alla norma UNI 10389-1 e successivi aggiornamenti;

–   verifica della presenza e dello stato di aggiornamento del libretto di impianto o centrale;

–   verifica dell’avvenuta manutenzione;

–   verifica del corretto impiego dei combustibili (art. 11, c. 1, lett. b), 24, c. 1 e 30, c. 5 della LR 24/06);

–   verifica secondo quanto riportato nelle disposizioni regionali di cui alla DGR 1118/2013, in particolare al paragrafo 19 “Attivita ispettiva”.

 

Inoltre, l’ispettore:

–   fornisce agli utenti informazioni circa le prescrizioni contenute nella DGR 1118/2013.

–   compila i Rapporti di Prova secondo le specifiche contenute nella D.d.u.o. 11 giugno 2014, n. 5027 e s.m.i. e secondo le indicazioni fornite dagli uffici provinciali;

–   rilascia all’utente copia del Rapporto di Prova e lo informa (anche a voce) sulle eventuali non conformità ed irregolarità;

–   presenta agli uffici provinciali e comunali le copie dei Rapporti di Prova delle ispezioni effettuate.

–   provvede a targare gli impianti nel caso di impianti non ancora targati.

Ciò premesso si coglie l’occasione per informare che L’Ispettore Provinciale effettuerà i primi controlli dal 24 al 31 gennaio 2015.