CORONAVIRUS. Scuole chiuse da lunedì 24 febbraio fino al 1 marzo o nuova comunicazione

Tutte le scuole di ogni ordine e grado, asili nido compresi, a partire da domani, lunedì 24 febbraio e fino a nuova indicazione regionale saranno chiuse. L’indicazione è stata comunicata da Regione Lombardia che, in relazione all’evolversi della diffusione del Coronavirus, sta predisponendo una Ordinanza, firmata dal presidente Attilio Fontana di concerto con il ministro della salute Roberto Speranza, valida per tutto il territorio lombardo.

Il sindaco Mauro Capitanio nel frattempo ha convocato nella giornata di oggi, domenica 23 febbraio, una riunione con i referenti della Polizia Locale, della Protezione Civile, delle scuole e degli uffici comunali per gestire in modo operativo l’applicazione delle indicazioni regionali.

Nel corso della riunione di oggi si sono stabilite operativamente le prime azioni da intraprendere a livello territoriale tra cui la chiusura delle scuole (asili nido compresi) con la relativa comunicazione alle famiglie, della biblioteca, dei parchi cittadini, del centro pensionati, della piscina comunale e degli altri impianti sportivi comunali, la sospensione del mercato settimanale e di tutte le manifestazioni in programma nei prossimi giorni.

“Sono costantemente in contatto con la Prefettura e con ATS oltre che con Regione Lombardia- ha spiegato il sindaco Mauro Capitanio-. Come Comune ci siamo attivati immediatamente e siamo a disposizione h24 per garantire il puntuale lavoro di applicazione delle decisioni assunte a livello regionale in un’ottica di salvaguardia della salute dei nostri cittadini. Ai concorezzesi e alle aziende che operano sul nostro territorio chiedo la collaborazione per la garanzia del benessere collettivo con il rispetto delle ordinanze regionali. Siamo costantemente in contatto con le autorità competenti e aggiorneremo la cittadinanza sugli sviluppi della questione”.

 

Per informazioni generali chiamare 1500, il numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute. Coloro che riscontrano sintomi influenzali o problemi respiratori non devono andare in pronto soccorso, ma devono chiamare il numero 112.

 

 

Concorezzo, 23 febbraio 2020