Chiarimenti sull´applicazione della tassa sui rifiuti (TARI) – Calcolo della parte variabile

Il MEF ha ripercorso la normativa TARI sulle utenze domestiche, evidenziando, in ordine alla determinazione della tariffa, che quest’ultima è costituita:
– da una parte fissa, determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio,
– e da una parte variabile, rapportata alle quantità di rifiuti conferiti.
La quota fissadi ciascuna utenza domestica è calcolata moltiplicando la superficie dell’abitazione e quella delle relative pertinenze per la tariffa unitaria corrispondente al numero degli occupanti dell’utenza stessa, mentre la quota variabileè costituita dalla quota di tariffa rapportata al numero degli occupanti.
Con riferimento alle pertinenze dell’abitazione, è corretto computare la quota variabile una sola volta in relazione alla superficie totale dell’utenza domestica.
Il Comune di Concorezzo ha calcolato la tassa rifiuti TARI con le regole illustrate nell’interpretazione ministeriale: in presenza di un’abitazione e di pertinenze autonomamente accatastate, si è applicata una sola voltala quota variabile.