DIVIETO DI ABBANDONO RIFIUTI DI PICCOLE DIMENSIONI

La legge 28 dicembre 2015, n. 221, recante disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali, entrata in vigore il 2 febbraio, introduce il divieto di abbandono sul suolo, nelle acque, nelle caditoie e negli scarichi, di rifiuti anche di piccolissime dimensioni, quali scontrini, fazzoletti di carta e gomme da masticare, al fine di preservare il decoro urbano dei centri abitati e per limitare gli impatti negativi derivanti dalla dispersione incontrollata nell’ambiente di rifiuti di piccolissime dimensioni, con sanzioni pecuniarie da 30 a 150 euro, aumentabili sino al doppio.

ALLEGATI
Manifesto contro abbandono rifiuti di piccole dimensioni