Ordinanza 88 del 2015

Caldo torrido, precipitazioni scarse: l’estate fa rima implicita con l’uso contenuto dell’acqua potabile, onde evitare il rischio che a restare a secco siano i rubinetti delle case. Proprio per scongiurare questa eventualità, il Sindaco Riccardo Borgonovo ha siglato un’ordinanza che limita il consumo dell’acqua potabile e che sarà in vigore dal 10 luglio al 30 settembre 2015. “Si tratta di un provvedimento che mira, in via cautelativa, a contenere il consumo di acqua potabile e a mantenere adeguate risorse idriche per far fronte innanzitutto al fabbisogno domestico e strettamente potabile – ha spiegato il Sindaco – Sono misure che sempre vengono adottate in estate, stagione che spesso si accompagna alla scarsità di pioggia, e dunque alla conseguente sofferenza dell’acquedotto pubblico, insieme a un maggior utilizzo generalizzato dell’acqua. A differenza degli ultimi due anni, questa estate 2015 si sta presentando più calda e più siccitosa, circostanza che invita tutti a un utilizzo ancor più consapevole e coscienzioso delle risorse idriche pubbliche”.
In particolare, l’ordinanza “VIETA, dal 10 luglio al 30 settembre 2015, l’utilizzo di acqua potabile per innaffiare orti e giardini, anche mediante impianti automatici, il lavaggio degli autoveicoli (esclusi gli usi commerciali e industriali), il lavaggio di piazzali e superfici scoperte, il riempimento di piscine, anche non fisse, e tutti gli altri usi di carattere non strettamente potabile, igienico-sanitario e domestico”.
Fai un click QUI per accedere al testo dell’ordinanza.