INCENDIO IN VIA BRODOLINI, L’ARPA FORNISCE AGGIORNAMENTI

I primi campionamenti dell’aria effettuati dall’Arpa a seguito dell’incendio divampato nella notte tra domenica e lunedì della scorsa settimana, all’interno del magazzino di casalinghi all’ingrosso AB.M, di via Brodolini 11, non hanno evidenziato situazioni di inquinamento atmosferico.
I valori degli “Ipa” (Idrocarburi, policiclici, aromatici) rilevati con il posizionamento di un filtro in via Meda (area verso cui era rivolto il pennacchio di fumo), dal pomeriggio di lunedì 15 ottobre fino alla mattina del giorno seguente, martedì 16, risultano infatti nella norma. Gli operatori del “Gruppo di Supporto specialistico contaminazione” hanno infatti fatto sapere che “i risultati non evidenziano situazioni da segnalare”. Nel contempo hanno inviato la seguente tabella tecnica:
Dati campionamenti filtri
Volume campionato 1^ campionamento = 1004 m3
Parametro
Unità di misura
Valore
1° camp.
Valore
TWA(2)
Fenantrene
ng/m3
1,21
200000(3)
Antracene
ng/m3
0,23
200000(3)
Pirene
ng/m3
1,66
200000(3), 100000(4)
Benzo (a) antracene
ng/m3
2,64
As slow as possible
Crisene
ng/m3
5,20
As slow as possible
Benzo (e) pirene
ng/m3
22,30
Non specificato
Benzo (b) fluorantene
ng/m3
6,65
200000(3), 100000(4)
Benzo (k) fluorantene
ng/m3
2,28
200000(3), 100000(4)
Benzo (a) pirene
ng/m3
4,50
As slow as possible
Dibenzo (a,h) antracene
ng/m3
1,25
200000(3), 100000(4)
Benzo (g,h,i) perilene
ng/m3
3,13
Non specificato
Indeno (1,2,3-cd) pirene
ng/m3
5,05
200000(3)
Totali
ng/m3
56,10
(2) limite di esposizione ammissibili dei lavoratori a sostanze chimiche, dato come media ponderata del tempo (di solito 8 ore)
(3) Occupational Safety and Health Administration (OSHA)
(4) National Institute for Occupational Safety and Health (NIOSH)
Anche una seconda analisi dell’aria (su un campionamento effettuato tra il 16 e il 17 ottobre) “non ha evidenziato situazioni da segnalare”. Di seguito la tabella con i valori:
Parametro
Unità di misura
Valore
1° camp.
Valore 2° campione
Valore
TWA(2)
Fenantrene
ng/m3
1,21
2,02
200000(3)
Antracene
ng/m3
0,23
1,05
200000(3)
Pirene
ng/m3
1,66
2,49
200000(3), 100000(4)
Benzo (a) antracene
ng/m3
2,64
1,46
As slow as possible
Crisene
ng/m3
5,20
1,94
As slow as possible
Benzo (e) pirene
ng/m3
22,30
5,79
Non specificato
Benzo (b) fluorantene
ng/m3
6,65
3,55
200000(3), 100000(4)
Benzo (k) fluorantene
ng/m3
2,28
2,35
200000(3), 100000(4)
Benzo (a) pirene
ng/m3
4,50
2,85
As slow as possible
Dibenzo (a,h) antracene
ng/m3
1,25
1,51
200000(3), 100000(4)
Benzo (g,h,i) perilene
ng/m3
3,13
2,71
Non specificato
Indeno (1,2,3-cd) pirene
ng/m3
5,05
4,21
200000(3)
Totali
ng/m3
56,10
31,93
Si precisa che già nella mattina di lunedì 15 ottobre l’Arpa aveva effettuato campionamenti con fiale “draeger” per la rilevazione di acidi inorganici, cloro, formaldeide, idrocarburi, determinando una concentrazione inferiore al limite di rilevabilità delle fiale:
Parametro
Risultato (1)
HCl
<1 ppm Cl2 <0,2 ppm SO2 <0,1 ppm NH4 <5 ppm HCHO < 0,2 ppm H2SO4 <1 mg/m3 Idrocarburi < 2 mg/m3 (1)= per tutti gli analiti il valore di concentrazione rilevata è risultato essere inferiore al limite di rilevabilità della fiala L’Amministrazione comunale informa inoltre che il rogo è stato completamente domato dai Vigili del fuoco che hanno comunque presidiato l’area fino alla domenica successiva a quella dell’incendio (domenica 21.01.2012). E’ stato infatti necessario rimuovere una parte della copertura in pericolante prima di poter accedere con i mezzi all’interno della struttura e smuovere le macerie e i composti plastici ancora fumanti. Allegati: si allegano due immagini dell’ultimo focolaio presente all’interno del capannone, prima e dopo il suo definitivo spegnimento ALLEGATI ultimofocolaio Immagine 002.jpg