Prevenzione diffusione ambrosia sul territorio comunale

L’Amministrazione Comunale ha pubblicato un’ordinanza (in allegato) che prevede l’obbligo per tutti i proprietari e/o conduttori di aree nelle quali può crescere l’ambrosia, di provvedere a due sfalci e alla manutenzione delle aree.

Il documento, nel dettaglio, ordina:

  • A tutti i residenti e a tutte le persone, anche non residenti, proprietari di immobili sul territorio comunale di Concorezzo, per quanto concerne le rispettive aree di proprietà e le rispettive competenze sulle stesse (in particolare bordi di campi colti e incolti prospicienti strade pubbliche o di uso pubblico);
  • –  Ai proprietari e/o conduttori pubblici e privati di terreni incolti o coltivati (anche quelli sottostanti i piloni dell’alta tensione);
  • –  Ai proprietari di aree agricole, aree verdi incolte e di aree industriali dismesse;
  • –  Agli Amministratori di condominio per gli stabili ricadenti sul territorio di Concorezzo;
  • –  Ai conduttori di cantieri edili e per infrastrutture viarie sul territorio di Concorezzo
  • –  Alle persone che coltivano, anche a livello hobbistico.orti e giardini sul territorio di Concorezzo
  1. di vigilare, ciascuno per le rispettive competenze, sull’eventuale presenza di Ambrosia nelle aree di loro pertinenza,
  2. di eseguire periodici interventi di manutenzione e pulizia nel rispetto delle indicazioni contenute nell’Allegato tecnico alla nota della Direzione Generale Sanità (.n. H1.2014.0017535 del 12/05/2014),
  3. di effettuare gli sfalci prima della maturazione delle infiorescenze (abbozzi di infiorescenza 1-2 cm) e assolutamente prima dell’emissione di polline. Pertanto si deve intervenire su piante alte mediamente 30 cm, con un’altezza di taglio più bassa possibile. Gli sfalci devono essere eseguiti nei seguenti periodi:
    •   I° sfalcio ultima settimana di luglio
    •   II° sfalcio tra la fine della seconda decade e l’inizio della terza decade di agosto
  4. di utilizzare, in alternativa agli sfalci e quando opportuno, gli altri metodi di contenimento dell’Ambrosia indicati nell’Allegato tecnico alla nota della Direzione Generale Sanità .n. H1.2014.0017535 del 12/05/2014, secondo le seguenti specifiche :
  •   in ambito agricolo: trinciatura, diserbo, aratura e discatura1
  •   in ambito urbano: pacciamatura ed estirpamento

5. di concedere, per il solo ambito agricolo, l’esecuzione di un solo intervento da effettuarsi nella prima metà di agosto, basandosi su un’attenta osservazione delle condizioni in campo e intervenendo sempre prima della fioritura. In caso di ravvisata necessità e se la stagione climatica dovesse favorire un eccessivo ricaccio con fioritura, è consigliato un ulteriore intervento all’inizio di settembre;

INVITA

La cittadinanza a:

  1. eseguire una periodica e accurata pulizia da ogni tipo di erba presente negli spazi aperti (cortili, parcheggi, marciapiedi interni, ecc.) di propria pertinenza;
  2. curare i propri terreni provvedendo all’eventuale semina di colture intensive semplici, come prato inglese, trifoglio, ect., che agendo come antagonisti, impediscono lo sviluppo di Ambrosia artemisifolia.