Da lunedì 1 giugno in vigore l’Ordinanza “Salva acqua”

Il Comune di Concorezzo ha accolto la richiesta di Brianzacque che ha proposto ai primi cittadini di emettere specifiche ordinanze “salva acqua” con il divieto nelle ore diurne di impiegare la risorsa idrica proveniente dall’acquedotto per usi non primari così da tutelare in modo preventivo gli utilizzi destinati al consumo umano e igienico sanitario.
Nello specifico l’ordinanza firmata dal Sindaco prevede dalle ore 7,00 alle ore 21.30 dal giorno 1 giugno al 15 settembre, il divieto di utilizzare l’acqua potabile per innaffiare orti e giardini (anche mediante impianti automatici), per lavare gli autoveicoli (esclusi gli usi commerciali ed industriali), per lavare i piazzali e superfici scoperte, per riempire le piscine (anche non fisse). Si vietano anche tutti gli altri usi di carattere non strettamente potabile, igienico- sanitario e domestico.
Per i trasgressori è prevista una sanzione di 51 euro.
Si tratta di una misura preventiva che il Comune ha voluto adottare per il contenimento dell’uso dell’acqua nel periodo estivo anche in considerazione del perdurare della situazione emergenziale per COVID 19 che potrebbe determinare un significativo aumento dei prelievi dagli acquedotti a causa della maggiore permanenza delle persone nelle proprie abitazioni e alla presumibile riduzione dei trasferimenti nelle località di vacanze.
“Abbiamo voluto accogliere la proposta di Brianzacque emettendo una specifica ordinanza che vieti l’uso dell’acqua potabile nelle ore diurne per fini non legati al consumo personale e igienico sanitario- ha spiegato il sindaco Mauro Capitanio-. Gli scorsi anni abbiamo infatti registrato un incremento di consumi idrici nel periodo estivo per usi non indispensabili.  Si tratta quindi di una misura preventiva adottata in un’ottica di rispetto dell’ambiente e delle risorse del territorio. Chiediamo alla cittadinanza la massima collaborazione”.