CORONAVIRUS, le specifiche sugli eventi e sulle attività sportive

In riferimento alle indicazioni del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 4 Marzo e alle indicazioni del DPCM del 1 marzo che per l’articolo 2 continuano a essere in vigore per la nostra zona di appartenenza, si specifica che sono sospesi i congressi, le riunioni, i meeting e gli eventi sociali, inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato.

Sono quindi sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei Livelli essenziali di assistenza, centri culturali, centri sociali, centri ricreativi.

Nello specifico sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato.  Sono invece consentiti gli eventi, le competizioni e gli allenamenti degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, o all’aperto senza la presenza di pubblico. Si raccomanda di adottare misure organizzative tali da garantire agli atleti la possibilità di rispettare, negli spogliatoi, la distanza tra loro di almeno un metro.

In tutti i casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano.

Queste indicazioni sono efficaci fino al 3 aprile 2020 salvo ulteriori indicazioni che verranno comunicate.

Per ulteriori approfondimenti clicca qui